11/10/14

TTG 2014.... Parliamone.


Salve a tutti,
è un po' che non ci si sente ma ci sono ancora.... viaggio nell'ombra ma sono sempre presente anche se, trovare il tempo di scrivere barcamenandosi tra lavoro e famiglia non è proprio una cosa semplice.
Comunque oggi voglio fare alcune riflessioni sul TTG.
Credo che la maggior parte di voi navigatori conosce bene questa manifestazione, che si sta svolgendo proprio adesso a Rimini e dedicata al mondo del turismo...
In molti che mi conoscono infatti mi chiedono se io e mio marito avessimo deciso di andare a visitarla.
Ora partendo dal presupposto che abbiamo altri impegni altrimenti probabilmente saremmo andati ma non perché abbiamo un'agenzia di viaggi, anche perché se come noi hai un'agenzia di viaggi da molti anni, partecipare a questo evento non è che abbia più molto senso.
Infatti ormai hai fornitori con i quali ti relazioni da molti anni e sono soggetti dei quali ti fidi del loro operato ed hai imparato ad evitare quelli che ti danno maggiori problemi con i clienti.
Le novità nel nostro mondo (parlo magari di nuovi T.O.) hanno bisogno di rodaggio quindi non è che inizi subito a lavorare con loro (ne aprono e chiudono nel giro di una o due stagioni con questi tempi di crisi che non sempre ti fa venir voglia di affidare i tuoi clienti a loro).
Certo se hai una struttura ricettiva, oppure sei un Ente (Regioni, Comuni ecc.) può anche esserti utili partecipare...
Questo perché negli anni la mole dei visitatori-agenti di viaggio si è andata via via assottigliando mentre è sicuramente aumentata la mole dei viaggiatori che decidono di recarsi  a questa manifestazione, magari per organizzare i propri viaggi magari autonomamente avendo qui la possibilità di entrare in contatto con una mole di fornitori (non Tour operator per intenderci) o di vedere le bellezze di una regione o paese che magari internet non è in grado di darti a pieno.
E' un pò come chi vuole organizzarsi un viaggio e naviga in internet per informarsi.....sono che qui trova enti o strutture con le quali puoi dialogare (perché inutile che proviamo a negarlo ma  il fattore umano è sempre un elemento di maggior sicurezza).
Ora non dico che non abbia più senso andare,  però il suo valore aggiunto negli anni per noi è andato via via diminuendo per noi.... e lo stesso vale anche per molti operatori  grandi che, forti delle loro massicce campagne pubblicitarie non hanno più un gran bisogno di visibilità e di conseguenza di partecipare a questa manifestazione (anche perché partecipare ad un fiera non è poi così economico, tra stand, personale ecc.).
Ora proprio a causa del calo degli espositori e del proliferare di travel blogger anche la manifestazione ha spostato sempre più il tiro, rivolgendosi sempre più a quest'ultimi.
E' nato così ad esempio quest'anno il  TBD Italy (Travel Blogger Destination Italy) un momento di incontro tra selezionati blogger più influenti e il trade.
Un evento sicuramente interessante ed al passo con i tempi, dove in molti si fanno catturare da recensioni di ogni tipo per effettuare le loro scelte (mi riferisco a tutti coloro che seguono solo le recisioni di Tripadvisor).
Però ho la sensazione che i lettori dei blog vengano visti, da coloro che si occupano di marketing, come delle pecore, che seguono chi scrive e se questo ti dice di fare una cosa tu la fai solo perché te lo scrive il blogger.....
Sinceramente io voglio pensare che il lettore sia ancora in grado di decidere da solo quello che vuole, posso capire che leggere blog possa fornire spunti di riflessione e che a volte quello che uno scrive possa aiutare nella scelta ma sempre di una scelta si tratta e non un seguire solo perché lui ti dice di farlo....
Ognuno ha gusti diversi,  una cosa che a me può non piacere per un altro invece può essere fantastico..... quindi almeno voi che leggete, cercate di capire quello che volete o di farvi un'idea ma poi ragionate con la vostra testa e riflettete.....ma forse questo argomento merita un altro post.

30/08/14

L'estate sta finendo... e le fregature in vacanza sono aumentate!


Diceva una nota canzone dei Righeria "... l'estate sta finendo ed un anno se ne va...".
Purtroppo per molti le vacanze sono finite e si torna alla vita di tutti i giorni ed anche quest'estate alcuni turisti sono rimasti senza alloggio, vacanze o prenotazione....
Alcuni  di questi sono anche passati in agenzia, cercando all'ultimo minuto una soluzione alternativa alla fregatura presa con appartamenti acquistati on line ed inesistenti.
Certo che per l'agenzia non è semplice evadere queste richieste quanto passi in agenzia il 13 agosto e pretendi di partire il giorno successivo.
Ci sono dei canali che garantiscono sicurezza ma hanno dei tempi più lunghi.... magari bisogna pagarli e la banca è chiusa, ti devono arrivare i documenti e i loro dipendenti non è che possono lavorare i giorni di festa perché tu hai preso una fregatura e vuoi partire.
Tuttavia, avendo trascorso le mie ferie in agenzia con il marito (ormai sono 8 anni che lo faccio, ne saprò pure qualcosa non credete!), ho notando che molti dei truffatori si stanno specializzando.... in passato facevano offerte più allettati per fregarti mettendo prezzi che sembravano sicuramente molto più convenienti di ogni altro canale alternativo...
Adesso invece hanno cambiato tattica, iniziano per tempo, magari chiedendoti anche un anticipo di una cifra che tutto sommato è plausibile e poi quando a pochi giorni dalla partenza, tu acquirente chiedi di definire la questione ti ritrovi con un interlocutore inesistente (in questo caso ti è andata anche bene, perché forse non gli hai dato tutti i soldi ). Oppure quanto ti rechi a destinazione, scopri che l'appartamento non è disponibile perché magari non era in affitto ma ci abitava il legittimo proprietario....
Insomma hanno affinato la tecnica ma se sei attento la fregatura si può anche notare....
Un biglietto d'allarme può essere ad esempio quando ti chiedono di pagare l'acconto o saldo addebitandolo su una carta prepagata...
Ora dovreste sapere che fare un versamento su una prepagata non è mezzo di pagamento....
Adesso non perché mio marito ha un'agenzia di viaggi ma se a passarvi la fregatura fosse stata un'agenzia, forse la loro fideiussione vi avrebbe consentito di riprendere qualche soldo.
Una precisazione, non in tutte le regioni può essere richiesta la stipula obbligatoria della fideiussione prima dell'apertura di un'agenzia di viaggi e a volte, gli importi non sono elevatissimi però ad esempio nelle Marche la fideiussione c'è e la cifra copre un importo abbastanza consistente di truffa (insomma se l'agente vuole fregarti deve farla grossa forte altrimenti non ha senso).
Però certo è che se acquistate da un privato, magari su un sito di annunci, potrebbe essere più complicato cavarci un ragno dal buco qualora la vostra vacanza venga rovinata da una truffa.....
L'unica cosa che posso dirvi è che quest'anno, rispetto agli anni precedenti, sono venuti in agenzia molti più soggetti che sono stati truffati....
Certo, avere come referente virtuale non conosciuto e che non fa questo mestiere per lavoro garantisce a quest'ultimo molte più opportunità di fregarvi....
Ora io dico va bene, può essere più conveniente acquistare su internet: offerte più allettanti, maggiore facilità nella gestione del viaggio in quanto può avvenire direttamente a casa proprio nel tempo libero e in qualunque orario (i vantaggi li conosciamo tutti rispetto al recarsi in agenzia....), però almeno quanto lo fate prendete delle precauzioni magari acquistando da siti (agenzie di viaggio on-line ad esempio) che offrono maggiori garanzie in caso di frode, cercando magari delle recensioni, vedendo bene le somme che vi chiedono, come le chiedono, quanto vi chiedono...
Insomma a tutti fa piacere risparmiare acquistando la propria vacanza on line, e vedere che altri lo fanno facilmente e spendendo molto meno di quello che spendete voi magari recandovi in agenzia, non significa che tutti possano farlo.... bisogna dedicare un'attenzione maggiore per evitare fregature.
Allora mi chiedo una cosa: perché in questo settore come succede per avvocati e commercialisti, l'esperienza, la professionalità, il pagare gli stipendi, gli affitti, lavorare sei giorni su sette, avere qualcuno al quale telefonare quando si ha un problema magari alle tre di notte non ha un valore?
Io lavoro in uno studio commerciale e molti provano a tenersi la contabilità da soli ma vi assicuro che non tutti sono in grado di farlo correttamente (...salvo venire in studio quando prendono sanzioni e raccomandarsi perché non le voglio pagare).
Concludendo io credo che quando si ha solo una settimana all'anno di vacanza, bisogna stare molto attenti a quello che si compra.... perché poi devono passarne più di trecento di giorni prima di poterne fare un'altra.... Allora perché bisogna rovinarsi proprio quell'unica settimana all'anno di meritato riposo? Fate una vacanza in meno all'anno se non potete spendere ma quando la fate prendete le giuste precauzioni.....
Date il giusto valore alle cose... a maggior ragione quando si tratta dei vostri viaggi.....

17/08/14

Promesse....

Eccomi qua e come promesso in un mio post precedente che potete leggere qui,  abbiamo trascorso il ferragosto ad Apiro per vedere i gruppi che partecipavano alla manifestazione....
Oggi lascio parlare le foto....
L'ingresso del Comune
... la facciata delle chiesa nella piazza principale...
.. alcuni membri del gruppo Bulgaro...

... il gruppo peruviano...

... il gruppo serbo...
... direttamente da Taiwan...
... il gruppo del Guatemala...
... e per finire l'ultimo dei gruppi stranieri... quello proveniente dalla Russia.

13/08/14

Quanti problemi inutili a volte....

fonte immagine WEB

Salve a tutti, ieri la mia attenzione è stata catturata da due notizie, dall'aumento di fatturato del  turismo accessibile e della morte suicida di Robin Williams...
Nelle mie strane considerazioni e associazioni ho iniziato a pensare a quanti problemi inutili ci facciamo a volte.
Mi spiego (altrimenti penserete che sono impazzita.... o che ho una mente contorta.... che poi a dirla tutta è anche vero!).
Molte volte quando si ha degli handicap fisici oppure quando si  è più semplicemente in età avanzata, viaggiare è una di quelle cose che può risultare più difficile da fare....  e che può spaventare di più.
Questa pero' fino a qualche anno fa era una prerogativa che colpiva di più gli italiani piuttosto che gli stranieri  i quali da sempre si fanno molti problemi di noi....
Capita spesso di trovare turisti in sedia a rotelle che magari viaggiano da soli, affrontando tutte le difficoltà di un mondo che in molti casi (...per lo più Italia) non e' in grado di accoglierli con la giusta considerazione, fornendo loro i giusti servizi.
Allora pensavo che forse il fatto di non essere così bravi a pensare a loro, è proprio perché pochi italiani con tali problemi sono poi dei viaggiatori magari rispetto agli stranieri, forse la nostra tendenza ad essere più casalinghi fa si che poi le istituzioni non si preoccupino di aiutarli di più servendo loro servizi adeguati.
Però sembra che  fortunatamente questa tendenza stia cambiando vedendo i numeri.....
Mi e'capitato spesso di andare in crociera ad esempio e fortunatamente in questi ultimi anni (chissà forse  è stato solo un caso) noto qualche italiano in più che anche se con handicap va in crociera....
Un po' come in passato quando gli anziani non erano poi dei grandi viaggiatori mentre oggi, grazie anche al miglioramento del tenore di vita, la terza età è molto meno anziana e pantofolaia di molti giovani attuali...
Forse il nostro spirito di accoglienza fa si che richiamo di essere degli assistenzialisti mentre loro,  magari con delle difficoltà non sia abbattono o limitano e fanno benissimo da soli.
Questa loro forza invece, non è d'esempio per molti di noi che magari abbuiamo tutto dalla vita .... e fa si che un grande attore come Robin Willams decida di abbandonare questo mondo e lasciarsi andare....
Proprio un gran peccato... non c'e' che dire ....
Ogni volta che siamo giù cerchiamo magari di scoprire il mondo, guardandoci intorno e facendoci forti della forza di chi ha molti più problemi di noi e che non si limita anzi, cerca di conoscere mondi e culture diverse dalle proprie se è questo che ama fare....

26/07/14

Parola d'ordine..... organizzazione!

Salve,
come molti di voi sto cercando di organizzare le ferie....
Direte : "E ' un po' tardino e poi del resto hai un marito agente di viaggio, quindi dovresti saperlo"
Ma io vi rispondo: " Tanto non parto, quindi  sono in tempo per godermi il territorio".
E' si, perché con un marito agente di viaggio, questo è il periodo più infuocato:  clienti che partono,  che puntano sui last last minute affollando l'agenzia (per fortuna), che hanno bisogno di sostegno per risolvere ogni problema (per fortuna non tantissimi e il più delle volte che potrebbero risolvere da soli, però che ci vuoi fare, se hai un marito agente di viaggio che ha come motto "il cliente deve essere sempre contento e soddisfatto e va trattato come se a viaggiare fosse se stesso" le cose si complicano un po' per la vita personale).
Conclusione, andiamo in vacanza con loro, solo che noi restiamo qua e loro al telefono, su facebook o skype facendoci ogni sorta di richiesta da ogni parte del mondo.... i viaggi virtuali ci sono sempre piaciuti un sacco per cui.... siamo fortunati!
Comunque, tornando a me,  non partendo mi guardo intorno su come poter organizzare le mie ferie ....
Ora come sapere, io sono vicino a bellissime località di mare e interessanti colline/montagne delle mie bellissime Marche, per cui la cosa non è difficile.... sempre che il tempo mi assiste, altrimenti mi sa che mi ritrovo ad aiutare mio marito nella sua agenzia di viaggi.
Quindi pregate per me che ci sia il sole altrimenti.... è un massacro!!!
Tra gli eventi delle nostre zone che a me piace un sacco (poi ve lo spiego), stavo vedendo se anche quest'anno veniva organizzato.... e per mia grande fortuna siiiiiiiiiiiiii!!!
Del resto con i tempi di crisi che corrono, molte belle iniziative non vengono più svolte (con molto dispiacere) perché magari sono svolte da associazioni che hanno pochi aiuti e che dovendo metterci molto del loro, alla fine preferiscono non farle....
Come vi dicevo forse non vi ho mai raccontato che per qualche anno, tra il 1992 e il 1996 (quanto ero giovane.... porca pecorella ), ho fatto parte di un gruppo folkloristico maceratese, nato sulla falsa riga del gruppo del quale vi andrò a parlare e che organizza l'evento che quest'anno voglio proprio andare a vedere (negli ultimi anni non sono mai andata perché a Massi queste cose piacciono poco, ma quest'anno ho deciso che se viene la mia amica vado e basta! Ovviamente poi vi documento...)
Sto parlando di un festival che è arrivato alla 44° edizione e che si svolge ad Apiro comune delle Marche in provincia di Macerata (clicca qui per avere maggiori informazioni).
Un paese di circa 2.500 abitanti dove tutti si conoscono e, come una grande famiglia, aiutano l'associazione Ubanitas ad organizzare questo festival dedicato alle tradizioni popolari, ospitando di anno in anno gruppi folcloristici provenienti da ogni parte del mondo.
La bellezza di questa manifestazione è che i gruppi inviati si fondono con il paese, facendo parte di cene che raccontino le loro tradizioni, ballando con i visitatori, eseguendo spettacoli improvvisati con colori e canti della loro terra di provenienza... il tutto culmina con uno spettacolo di tutti i gruppi intervenuti  la sera di ferragosto....
Non vi racconto altro ma vi lascio con il loro sito ufficiale dove potrete trovare tutto il programma della manifestazione e se siete delle Marche e decidete di andarci a fare un giro, chissà che non ci si veda.... io posso solo dirvi che se amate viaggiare e conoscere popoli, cibi e tradizioni di altri popoli questo festival vi lascerà a bocca aperta.
Ah dimenticavo, la manifestazione si chiama  TERRANOSTRA  e questo è il link del festival...

12/07/14

Voglia di vacanze... ma siamo obiettivi!


Salve a tutti,
anche io come voi progetto le mie prossime vacanza.... e probabilmente come molti di voi, voglio andare in vacanza spendendo il meno possibile.
Ora considerando che, molte delle mete economiche le ho già visitate, ho iniziato a vedere un pò cosa può offrire il mondo del turismo a noi poveri vacanzieri.
Una delle mie vacanze preferite è indubbiamente la crociera: un viaggio comodo comodo che ti consente di vedere molte località in una settimana senza avere la necessità di rifare i bagagli ad ogni tappa.... 
Ciò facendo, con rammarico ho scoperto che quest'anno gli itinerari sono più o meno sempre gli stessi per chi come me ormai ne ha fatte più di una. E la cosa non è che cambi molto se magari si è disposti a cambiare compagnia perché più o meno tra di loro fanno gli stessi itinerari. 
In più ho notato anche che  le date di partenza (che un tempo erano numerosissime) oggi si sono un pò ridotte. Così come si sono ridotti anche i porti di partenza .... (Costa ad esempio da Ancona non parte più ed Msc che un tempo consentiva di partire da Ancona anche a settembre, quest'anno l'ultima partenza è fine agosto). 
Infine, se malauguratamente hai le ferie solo ad agosto, ecco che sono per lo più piene (e questo è normale) e non così economiche come magari si pubblicizza. Quindi se la pubblicità ti tartassa dicendo che puoi partire con 500 € ad esempio non potrai di certo farlo in questi periodi dell'anno ... forse ad ottobre o novembre ma non di certo ad agosto. 
Il problema però è che molti, quando vengo a chiedere un preventivo (per quanto mi riguarda, con un marito agente di viaggio ormai ho imparato e so che in agosto le crociere non sono proprio una vacanza economica) pensano di poter partire in pieno agosto spendendo molto meno di quello che pensano, restando così delusi quando vedono i preventivi...
Ora, io capisco che la pubblicità è l'anima del commercio ma pubblicizzare tariffe così basse, ho l'impressione che creino nella mente delle persone solo illusioni che li esulano dalla realtà...
Oggi, molti vanno per sentito dire o perché magari leggono su internet che è possibile farlo.... però gli fanno perdere il senso della realtà.... rendendoli delusi e frustati perché pensano di essere contornati da persone furbe che viaggiano spendendo moto meno di quello che magari viene proposto di far spendere a loro.... (sempre che l'amico sia onesto e sincero e dica la verità sulla cifra effettivamente spesa!)
Ora io voglio però fare una considerazione: ma ci si è mai fermati a valutare il costo giornaliero di una persona per vivere la vita quotidiana? Ora come pensate che poi quando andate serviti e riveriti in vacanza, vi costi meno di quello che spendete per vivere quotidianamente?
Posso capire che si spenda poco quando non partono in molti, e gli hotel, aerei, treni ecc. devono partire lo stesso, per cui per avere un pò di gente in più possono fare promozioni convenienti  per abbattere i costi ma credere che ciò possa accadere anche in agosto mi sembra un'utopia.... ci sarà anche la crisi ma ci sono altre nazioni più ricche, o italiani che tutto sommato non sono così poveri da potersi permettere una vacanza come dio comanda per cui.... a voi le giuste considerazioni.
Ora è anche vero che su certe cose ci si può accontentare (come del resto potrete fare nella quotidianità), però la differenza spero che almeno si riesca a capire .... 
Io non discuto, ognuno può spendere quello che vuole per fare quello che vuole o e disposto a fare... però almeno siate obbiettivi e ragionate con la vostra testa e non con quella della pubblicità....
Del resto, quando si pensa ad andare in vacanza e ci si rivolge ad un'agenzia di viaggi, o si cerca on - line bisogna essere anche in grado di capire le differenze, che poi si decida di spendere meno per carità è una libera scelta, però almeno quando scegliete fatelo con ragionando..... 
Infine una cosa che mi piacerebbe molto è che questo discorso venisse preso in considerazione anche dagli operatori del turismo, perché queste campagne pubblicitarie al ribasso, ho l'impressione che creino più danni che benefici agli operatori del turismo (agenzie viaggio comprese).  
Diciamola tutta, se uno non ha i soldi per andare in vacanza  è meglio che resti a casa senza perdere tempo né loro né gli agenti di viaggio. Inutile che pensi di poterci andare per poi non poterlo fare e restarne deluso........ perché sognare è bello ma la realtà è la realtà. 
Conclusione .... per ora desisto dall'idea di andare in crociera tra agosto e settembre .... e vediamo se trovo qualcos'altro di più realistico....