27/08/15

Il mio Expo 2015.

Salve turisti,
sono tornata dall'Expo, quanto ho camminato ma soprattutto che file!
Ecco questo è il riassunto della mia visita all'Expo che è avvenuta il 22/08/2015: tantissima gente e code veramente lunghe per i padiglioni più belli (tanto che mi sa che mi toccherà ritornare per vedere quelli che ho lasciato... alcuni dei quali mi dicono sia veramente belli tipo, il Padiglione Italia, Corea e Kazakhstan).
  
Però sinceramente ne è valsa la pena...
Molti non sono attratti da questo tipo di evento ma per quanto mi riguarda invece credo che sia una manifestazione unica e che vale la pena di visitare.
I padiglioni sono veramente fantastici!
Hanno costruito a livello architettonico delle cose veramente meravigliose (anche perché molti paesi ci hanno investito molto,  affidano la progettazione a studi architettura molto rinomati vedi il padiglione degli Emirati Arabi affidati allo studio Foster+Patners).
Unico rammarico è che, finita l'Expo, molti di questi verranno smantellati e per quanto mi riguarda è un vero peccato!
Ora, come dicevo, la mia visione è stata limitata (ad esempio il padiglione Italia non l'ho visto dall'interno, visto che c'è stata sempre una fila pazzesca che si aggirava intorno alle 3 ore e idem con patatine fritte per il padiglione degli Emirati Arabi), però sulla base dei molti consigli che si trovano navigando in internet quelli visti (uno su tutti Giappone per il quale ho fatto 100 minuti di fila e 50 minuti di vista) erano tutti chi più chi meno molto belli.

In più io, ho visto anche lo spettacolo del Cirque du Soeil "Alla Vita" e vi assicuro che, se avete modo di andarlo a vedere (considerate però che lo spettacolo viene svolto solo fino al 30 Agosto 2015) il prezzo del biglietto lo vale tutto (i prezzi sono anche accessibili perché vanno da 25 € per il settore più lontano a 35 € per quello più vicino). Se riesco durante le ferie, farò un video che pubblicherò sul mio canale di yuotube visto che ridendo e scherzano ho ripreso tutte le parti migliori dello spettacolo.
Però ovviamente dovete avere pazienza, perché come dicevo, ora sono in ferie e la cosa è più semplice ma se non lo termino questa settimana, poi torno a lavoro ed il tempo a mia disposizione si riduce drasticamente.
Tornando all'Expo, un consiglio che posso darvi è di cercare di entrare, non dall'ingresso principale perché negli altri ingressi (ad esempio Roserio) le file sono molto più brevi.
Se invece volete entrare dall'ingresso principale ovest: Triulza (qui scatta la campagna promozionale dell'agenzia del marito ma vi assicuro che non è una bufala perché molti dei nostri clienti ancora ci ringraziano) dovete acquistare i biglietti dell' Expo che vi vendono le agenzia affiliate (come quella del mio dolce maritozzo) alla Frigerio Viaggi Network, perché insieme al biglietto vi viene consegnato anche un pass di ingresso preferenziale che vi consentirà di saltare la fila, entrando in brevissimo tempo.
Per quanto riguarda la visita all'Expo vi assicuro che ci sono molte molte distrazioni ma se volete visitare più padiglioni possibili, o alcuni in particolare, bisogna andare diritti all'obiettivo altrimenti rischiate che il tempo passa e che alla fine non vedete nulla....
Tra i padiglioni visti posso dirvi che quello del Giappone è fantastico.
Organizzati alla perfezione, come solo loro sanno fare (la giapponesina che mentre ti salutava contava le persone per formare i gruppi era troppo folkloristica) con giochi di luci e immagini (anche qui vorrei fare un video ma forse iniziano ad essere troppi, intanto vi lascio con una foto... quella di lato) iper-tecnologici, ti catapultano subito nel futuro... che a questo punto non sembra nemmeno tanto lontano.
Altro padiglione veramente particolare è stato quello austriaco con il suo bosco, sembrava quasi di fare una passeggiata in montagna invece ti trovavi solo all'Expo.
Molto carini e simpatici soprattutto per chi ha dei bambini sono stati: il padiglione del Brasile, con la sua rete sospesa dove camminare e saltare, e quello dell'Estonia con le altalene grazie all'utilizzo delle quali si alimentare i cellulari.
Concludendo i padiglioni dall'esterno alla fine li ho visti quasi tutti e sinceramente credo che la bellezza maggiore sia proprio quella architettonica (sarà perché sono anche un'appassionata di architettura, tra le tante passioni che ho).... e sinceramente sono tutti veramente molto belli. Ce ne sono pochi che non vale la pena di vedere.
Comunque il bello dell' Expo è la possibilità di assaggiare tanti piatti di diverse nazionalità.... Quando ti capita di mangiare dal messicano, argentino, turco, brasiliano, tailandese ecc.. il tutto il giro di due chilometri....
Per poter mangiare piatti così diversi e caratteristici dovresti fare il giro del mondo, spendendo un'esagerazione in voli!
La mia speranza è che alla fine dell'Expo invece di smantellare tutto, questi padiglioni restino magari dandoli in gestione a chi ha voglia di investire in Italia così che si possa creare un 'area con ristoranti di ogni nazionalità diversa dove potersi recare per mangiare i piatti tipici di diversi paesi.
 

Per concludere un piccolo consiglio, se volte potete per ricordo (come ho fatto io) acquistare anche il passaporto ufficiale dell' Expo 2015 (il costo è di 5 €), dove farvi mettere il timbro ufficiale della manifestazione del padiglione che visitate, come un vero passaporto. Ora ad onor del vero non tutti sono attrezzati per questo, vedi il padiglione l' Estonia però la maggior parte si, e credo che sia un bel ricordo (e come dice il maritozzo: "... tu adori 'ste cazzate".
E voi, già visitata la manifestazione. Che ne pensate?
Un bacio e al prossimo post!
Ps: Ovviamente recarsi dal vivo nei diversi paesi del mondo è un'altra cosa ed è sempre meglio, però come aperitivo non è per niente male!