05/10/13

La moria dei T.O.....


Non c'è giorno che non ci sia qualche notizia legata ad un Tour Operator che barcolla.
Dove andremo di questo passo?
Immagino che la moria di denaro della gente fa si che le proprie vacanze siano per lo più all'insegna del risparmio... ovviamente quando ci sono.
Ma dove è finita quella bella vacanza senza pensieri, magari in All Inclusive che ti aiutava a sentirti un re e a vivere un viaggio indimenticabile. Quella vacanza che al ritorno ti lasciava quella tipica tristezza di chi era evaso per una settimana dal mondo per poi tornare alla solita vita di tutti i giorni?
Certo, ci sono ancora Tour Operator che riescono a sopravvivere in questo pazzo mercato, il problema è che ne restano sempre meno e alla fine ci si ritrova sempre nei soliti conosciuti villaggi...
I piccoli, come in ogni attività, avendo minori costi reggono meglio la botta ma i più grossi non ce la fanno..... Intrappolati nella morsa dei costi, magari con strutture in località sicuramente poco vendibili (mi riferisco ad esempio al Mar Rosso), con prezzi di vendita che a volte non sono proprio economici, per non parlare della crisi generale che ha colpito il mercato italiano, non riescono a sopravvivere con facilità.
Inoltre i poveri turisti che magari non hanno redditi che gli consentono la frequentazione di hotel o resort lussuosi alla fine si accontentano di vacanze (per non perdere almeno il gusto di dire " sono stato a ...") che ti vacanze hanno ben poco.... e forse sarebbe stato meglio restare a casa.
Proprio una desolazione..... niente cataloghi cartacei, villaggi chiusi, altri che fermano le vendite o le partenze e compagnie aeree che chiudono battenti... non è mia consuetudine ragionare in maniera pessimistica però mi sembra che di ottimismo ce ne sia ben poco purtroppo....
Allora mi viene di dire: tristezzaaa, per favore vai viaaaa.......