29/06/13

I tuoi amici a quattro zampe, portali con te in vacanza!!!

fonte immagine: web

Tempo d'estate e tempo di vacanze... ma non per questo a farne le spese devo essere i nostri amici a quattro zampe.... così per evitare il loro abbandono (e non intendo quello in cui gli scellerati lascino i loro ex-amici in mezzo alla strada), ho pensato di cercare qualche utile informazione per coloro che vogliono portarli con se.
A tal proposito vi sarò utile sapere che sono state approvate dal Parlamento Europeo le nuove norme in materia e che entreranno in vigore dal 2015.
Attualmente tutti i cani devono già essere muniti di un passaporto e per poter essere identificati devono recare un microchip elettronico o un tatuaggio leggibile effettuato prima del luglio 2011 (attenzione i tatuaggi ad esempio non sono accettati in Irlanda, Malta e  Regno Unito che accettano esclusivamente il microchip).
Ovviamente i cani devono essere vaccinati contro la rabbia e le vaccinazioni effettuate dopo l'inserimento del microchip vanno scritte nel passaporto.
Dal gennaio 2012 Finlandia, Malta, Irlanda e Regno Unito richiedono per tutti gli animali un trattamento specifico contro la tenia, ovviamente eseguito da un veterinario e tali dadi devono risultare nel passaporto.
Ora è di questi giorni la notizia dell'entrata in vigore del nuovo passaporto europeo per gli animali è un documento che verrà rilasciato direttamente da un veterinario abilitato e che dovrà contenere tutte le informazioni (vaccini, antirabbia, codice transponder ecc.) inerente lo stato di salute dell'animale. In dettaglio per i cani o gatti  che hanno il tatuaggio ben leggibile non avranno l'obbligo dell'impianto del transponder anche se è preferibile, in quanto consente di associare con certezza l'animale al documento che viene presentato...
Ovviamente non abbiate paura, perché una volta che il sistema transponder è impiantato esso è studiato per durare tutta la vita del cane o del gatto quindi non dovrà essere cambiato.
Inoltre per contrastare il contrabbando e la vendita illecita, la nuova normativa non consente di passare i confini con più di cinque animali. Ovviamente esistono delle eccezioni (tipo la partecipazione a mostre, gare o competizioni sportive) ma in questi casi saranno rilasciate delle apposite autorizzazioni.  Tale normativa che riprende la precedente e ne detta norme più chiare e specifiche, entrerà ufficialmente in vigore 18 mesi dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale pertanto diventerà operativa a partire dai primi mesi del 2015.
Concludendo, quando si decide di viaggiare con il proprio animale domestico prima di tutto bisogna non deciderlo all'ultimo momento ma prepararsi per tempo sopratutto se si decide di viaggiare in treno, nave o aereo.
Inoltre ogni compagnia aerea e paese ha delle regole ben precise circa il trasporto degli animali, pertanto cercate sempre di organizzarvi per tempo e di chiedere tutte le informazioni necessarie, magari consultando i siti delle compagnie di trasporto che decidete di utilizzare, visto che in questi ultimi tempi sono diventati tutti più sensibili al problema.
Infine tenete anche presente che i posti sono limitati pertanto non aspettate l'ultimo momento per prenotare perché magari c'è posto per voi ma non per il vostro fedele amico a quattro zampe....