01/02/11

Curiosità all'Holiday Inn


Stamattina ho ascoltato in radio (RDS) una notizia che mi ha molto incuriosito... ( facendomi pensare subito a voi).
Di conseguenza venendo in agenzia, mi sono messa subito all'opera per ritrovare la notizia...
e ho scoperto che la stessa veniva pubblicata su Repubblica...
In che cosa consiste?
Dalla foto .... (non pensate subito male non è che in camera vi forniscono anche la "coperta": dalle nostre parti si intende l'accompagnatrice di una notte da trovare in camera per lo più per gli uomini) potete già intuire di cosa si tratta: sono degli scaldaletto umani che in alcuni hotel di Londra della catena Holiday Inn non fanno altro che infilarsi letteralmente nel vostro letto con una speciale tuta, prima che voi clienti dell'hotel siate pronti per andare a dormire, riscaldando il vostro letto di modo da entrare in un letto caldo.
Il progetto è già partito in due hotel di Londra ed uno di Manchester...
Questo progetto, anche se fa sorridere, in realtà ha una base scientifica visto che è stato curato in collaborazione con uno psicologo di Edimburgo (Dot. Chris Idzikowski) direttore di uno speciale centro che cura i disturbi del sonno, e secondo questo psicologo, per un buon sonno l'ideale è di addormentarsi in un letto caldo di almeno 20-24 gradi. ...
Una volta tanto "coccole per single" visto che per gli accoppiati, ci pensa già molto bene mogli o mariti.... se riuscite a convincerli ad andare a letto prima di voi!!!

15 commenti:

  1. Ciao ragazzi quante cose carine abbiamo sbirciato un pò finalmente siamo riusciti a passare...

    RispondiElimina
  2. uarda ho sorriso tantisimo, però devo essere sincera mi fa un pò senso pensare di mettermi adormire dove si mette altra gente che non conosco non so se rendo l'idea ^_^ un abbraccio come va la dieta?

    RispondiElimina
  3. @I viagggi del goloso: capisco che gestire tutto non è semplice per cui grazie di essere passato.
    @MammaPapera: anche a me la cosa non è che mi entusiasmi molto (preferisco ancora che ha scaldare il letto sia mio marito, tuttavia passato l'imbarazzo e lo scetticismo, con un mare di se....forse alla fine potrei anche cedere alla tentazione di avere qualcuno che mi riscaldi il letto se mi ritrovo da sola in hotel...

    RispondiElimina
  4. ma di gente in giro a cui piacciono se cose ce ne per cui hai fatto bene a parlarne
    la mia dieta procede, ieri mi sono concesa un ciococlatino perche ero giu ma per un discorso ormonale e di cattivo umore :( senza motivo eh ^^

    RispondiElimina
  5. la temperatura dipende dal sesso di chi mi scalda
    anche se la trovo una trovata un po pesantuccia.....
    ciao Michele pianetatempolibero

    RispondiElimina
  6. @MammaPapera: va be ogni tanto un sgarro ci sta...ma non esagerare!!!
    @Michele: effettivamente..... Grazie del commento.

    RispondiElimina
  7. Ciao, ho aperto un blog per chi desidera effettuare lo scambio iscrizioni,

    per chi è interessata:

    sub4subforblog.blogspot.com

    RispondiElimina
  8. @sub4sub: grazie della notizia...

    RispondiElimina
  9. Certo che per essere curiosa è curiosa (la notizia intendo). Io, pur avendo freddo non che accetterei un servizio di questo tipo. Ma guarda cosa s'inventano. Un saluto.

    RispondiElimina
  10. @Tiziana: oramai se ne inventano di ogni tipo, pur di catturare nuovi clienti o far parlare di se...

    RispondiElimina
  11. Che carino il vostro blog, mi sono subito segnata tra i vostri follower! Un post simpatico come questo conquista tutte le freddolose! Ciao da Simona

    RispondiElimina
  12. @Le pellegrine Artusi: effettivamente anche io la prima volta che ho sentito la notizia mi sono messa a ridere ed ho pensato.... "quante se ne fa per campa')....
    Grazie di seguirci e ci auguriamo di farvi divertire ancora...
    Buona lettura

    RispondiElimina
  13. certo che è davvero un servizio curioso, che mestiere fai? lo scalda letto, si presta a molti equivoci, però la notizia è divertente

    RispondiElimina
  14. Dirò che questa notizia l'avevo già appresa qualche mese fa, non ricordo su quale mezzo di pubblicazione. Ed invero ha il suo perchè. Così come, stando nel campo delle spiritosaggini, qualche anno fa conobbi persona, poi persa di vista, che faceva sin troppe gag con il termine "coperta". Non ho mica rovinato qualche scoop?

    RispondiElimina
  15. @Carmine: certo che non è un mestiere molto facile da comunicare agli altri... di sicuro pensano ad un'altra attività!!!
    @Adriano: sempre avanti, noi la notizia, l'abbiamo letta solo oggi e penso anche che, forse è solo un modo per far parlare di se, senza svolgere poi questo servizio... Sai com'è le cose curiose fanno parlare e il marchio sale con le vendite!!!

    RispondiElimina