11/10/14

TTG 2014.... Parliamone.


Salve a tutti,
è un po' che non ci si sente ma ci sono ancora.... viaggio nell'ombra ma sono sempre presente anche se, trovare il tempo di scrivere barcamenandosi tra lavoro e famiglia non è proprio una cosa semplice.
Comunque oggi voglio fare alcune riflessioni sul TTG.
Credo che la maggior parte di voi navigatori conosce bene questa manifestazione, che si sta svolgendo proprio adesso a Rimini e dedicata al mondo del turismo...
In molti che mi conoscono infatti mi chiedono se io e mio marito avessimo deciso di andare a visitarla.
Ora partendo dal presupposto che abbiamo altri impegni altrimenti probabilmente saremmo andati ma non perché abbiamo un'agenzia di viaggi, anche perché se come noi hai un'agenzia di viaggi da molti anni, partecipare a questo evento non è che abbia più molto senso.
Infatti ormai hai fornitori con i quali ti relazioni da molti anni e sono soggetti dei quali ti fidi del loro operato ed hai imparato ad evitare quelli che ti danno maggiori problemi con i clienti.
Le novità nel nostro mondo (parlo magari di nuovi T.O.) hanno bisogno di rodaggio quindi non è che inizi subito a lavorare con loro (ne aprono e chiudono nel giro di una o due stagioni con questi tempi di crisi che non sempre ti fa venir voglia di affidare i tuoi clienti a loro).
Certo se hai una struttura ricettiva, oppure sei un Ente (Regioni, Comuni ecc.) può anche esserti utili partecipare...
Questo perché negli anni la mole dei visitatori-agenti di viaggio si è andata via via assottigliando mentre è sicuramente aumentata la mole dei viaggiatori che decidono di recarsi  a questa manifestazione, magari per organizzare i propri viaggi magari autonomamente avendo qui la possibilità di entrare in contatto con una mole di fornitori (non Tour operator per intenderci) o di vedere le bellezze di una regione o paese che magari internet non è in grado di darti a pieno.
E' un pò come chi vuole organizzarsi un viaggio e naviga in internet per informarsi.....sono che qui trova enti o strutture con le quali puoi dialogare (perché inutile che proviamo a negarlo ma  il fattore umano è sempre un elemento di maggior sicurezza).
Ora non dico che non abbia più senso andare,  però il suo valore aggiunto negli anni per noi è andato via via diminuendo per noi.... e lo stesso vale anche per molti operatori  grandi che, forti delle loro massicce campagne pubblicitarie non hanno più un gran bisogno di visibilità e di conseguenza di partecipare a questa manifestazione (anche perché partecipare ad un fiera non è poi così economico, tra stand, personale ecc.).
Ora proprio a causa del calo degli espositori e del proliferare di travel blogger anche la manifestazione ha spostato sempre più il tiro, rivolgendosi sempre più a quest'ultimi.
E' nato così ad esempio quest'anno il  TBD Italy (Travel Blogger Destination Italy) un momento di incontro tra selezionati blogger più influenti e il trade.
Un evento sicuramente interessante ed al passo con i tempi, dove in molti si fanno catturare da recensioni di ogni tipo per effettuare le loro scelte (mi riferisco a tutti coloro che seguono solo le recisioni di Tripadvisor).
Però ho la sensazione che i lettori dei blog vengano visti, da coloro che si occupano di marketing, come delle pecore, che seguono chi scrive e se questo ti dice di fare una cosa tu la fai solo perché te lo scrive il blogger.....
Sinceramente io voglio pensare che il lettore sia ancora in grado di decidere da solo quello che vuole, posso capire che leggere blog possa fornire spunti di riflessione e che a volte quello che uno scrive possa aiutare nella scelta ma sempre di una scelta si tratta e non un seguire solo perché lui ti dice di farlo....
Ognuno ha gusti diversi,  una cosa che a me può non piacere per un altro invece può essere fantastico..... quindi almeno voi che leggete, cercate di capire quello che volete o di farvi un'idea ma poi ragionate con la vostra testa e riflettete.....ma forse questo argomento merita un altro post.