12/07/14

Voglia di vacanze... ma siamo obiettivi!


Salve a tutti,
anche io come voi progetto le mie prossime vacanza.... e probabilmente come molti di voi, voglio andare in vacanza spendendo il meno possibile.
Ora considerando che, molte delle mete economiche le ho già visitate, ho iniziato a vedere un pò cosa può offrire il mondo del turismo a noi poveri vacanzieri.
Una delle mie vacanze preferite è indubbiamente la crociera: un viaggio comodo comodo che ti consente di vedere molte località in una settimana senza avere la necessità di rifare i bagagli ad ogni tappa.... 
Ciò facendo, con rammarico ho scoperto che quest'anno gli itinerari sono più o meno sempre gli stessi per chi come me ormai ne ha fatte più di una. E la cosa non è che cambi molto se magari si è disposti a cambiare compagnia perché più o meno tra di loro fanno gli stessi itinerari. 
In più ho notato anche che  le date di partenza (che un tempo erano numerosissime) oggi si sono un pò ridotte. Così come si sono ridotti anche i porti di partenza .... (Costa ad esempio da Ancona non parte più ed Msc che un tempo consentiva di partire da Ancona anche a settembre, quest'anno l'ultima partenza è fine agosto). 
Infine, se malauguratamente hai le ferie solo ad agosto, ecco che sono per lo più piene (e questo è normale) e non così economiche come magari si pubblicizza. Quindi se la pubblicità ti tartassa dicendo che puoi partire con 500 € ad esempio non potrai di certo farlo in questi periodi dell'anno ... forse ad ottobre o novembre ma non di certo ad agosto. 
Il problema però è che molti, quando vengo a chiedere un preventivo (per quanto mi riguarda, con un marito agente di viaggio ormai ho imparato e so che in agosto le crociere non sono proprio una vacanza economica) pensano di poter partire in pieno agosto spendendo molto meno di quello che pensano, restando così delusi quando vedono i preventivi...
Ora, io capisco che la pubblicità è l'anima del commercio ma pubblicizzare tariffe così basse, ho l'impressione che creino nella mente delle persone solo illusioni che li esulano dalla realtà...
Oggi, molti vanno per sentito dire o perché magari leggono su internet che è possibile farlo.... però gli fanno perdere il senso della realtà.... rendendoli delusi e frustati perché pensano di essere contornati da persone furbe che viaggiano spendendo moto meno di quello che magari viene proposto di far spendere a loro.... (sempre che l'amico sia onesto e sincero e dica la verità sulla cifra effettivamente spesa!)
Ora io voglio però fare una considerazione: ma ci si è mai fermati a valutare il costo giornaliero di una persona per vivere la vita quotidiana? Ora come pensate che poi quando andate serviti e riveriti in vacanza, vi costi meno di quello che spendete per vivere quotidianamente?
Posso capire che si spenda poco quando non partono in molti, e gli hotel, aerei, treni ecc. devono partire lo stesso, per cui per avere un pò di gente in più possono fare promozioni convenienti  per abbattere i costi ma credere che ciò possa accadere anche in agosto mi sembra un'utopia.... ci sarà anche la crisi ma ci sono altre nazioni più ricche, o italiani che tutto sommato non sono così poveri da potersi permettere una vacanza come dio comanda per cui.... a voi le giuste considerazioni.
Ora è anche vero che su certe cose ci si può accontentare (come del resto potrete fare nella quotidianità), però la differenza spero che almeno si riesca a capire .... 
Io non discuto, ognuno può spendere quello che vuole per fare quello che vuole o e disposto a fare... però almeno siate obbiettivi e ragionate con la vostra testa e non con quella della pubblicità....
Del resto, quando si pensa ad andare in vacanza e ci si rivolge ad un'agenzia di viaggi, o si cerca on - line bisogna essere anche in grado di capire le differenze, che poi si decida di spendere meno per carità è una libera scelta, però almeno quando scegliete fatelo con ragionando..... 
Infine una cosa che mi piacerebbe molto è che questo discorso venisse preso in considerazione anche dagli operatori del turismo, perché queste campagne pubblicitarie al ribasso, ho l'impressione che creino più danni che benefici agli operatori del turismo (agenzie viaggio comprese).  
Diciamola tutta, se uno non ha i soldi per andare in vacanza  è meglio che resti a casa senza perdere tempo né loro né gli agenti di viaggio. Inutile che pensi di poterci andare per poi non poterlo fare e restarne deluso........ perché sognare è bello ma la realtà è la realtà. 
Conclusione .... per ora desisto dall'idea di andare in crociera tra agosto e settembre .... e vediamo se trovo qualcos'altro di più realistico....