02/11/11

Saltiamo Gerusalemme e passiamo a....

Salve a tutti...
eccomi qua a proseguire il nostro diario di viaggio sulla scia delle nostre vacanze....
Come avrete capito dai post precedenti e dai nostri bravissimi lettori (prima fra tutti Erika) che come sempre sono riusciti ad indovinare i luoghi da noi visitati, ci trovavamo a Betlemme e dopo questa tappa il nostro viaggio è proseguito alla volta di Gerusalemme.... (ora, volevo fare un indovinello anche per questa città ma visto il tenore avreste capito troppo in fretta per cui a quest'ultima dedico parte di questo post).
Come avrete capito alcune tappe del nostro viaggio sono destinate alla visita alla Terra Santa ed in dettaglio a Betlemme e Gerusalemme.
Due luoghi sicuramente molto suggestivi (da vedere poi quanto c'è di vero)....
Questo per noi è stato un viaggio sicuramente per certi aspetti inaspettato (a volte capitano delle offerte che vale la pena cogliere al volo) sopratutto per i  luoghi visitati, che nell'immaginario collettivo di cristiani come noi poco praticanti, immaginavamo sicuramente diversi da come sono nella realtà. Però come dice Massi una volta nella vita bisogna andarci (come per i mussulmani andare alla Mecca).
Io per esempio pensavo di trovare delle semplici montagne nel luogo della crocefissione ed invece mi ritrovo una chiesa a contenere il fulcro delle nostre credenze (sacro sepolcro e punto dove venne crocefisso Gesù). Oppure per esempio la grotta dove è nato è anch'essa ubicata sotto un'altra chiesa...mentre la 'Via Dolorosa' (quella che i cristiani conoscono meglio come Via Crucis, è letteralmente contornata da negozietti con prodotti locali e sacri nel tentativo di catturare ogni visitatore nell'acquisto di qualche souvenir.... difficile pregare in un luogo così, un perfetto mix tra sacro e profano).
Certo, entrare in Betlemme e vedere ad accoglierti un muro di cinta con filo spinato, dei ragazzi in servizio di leva con mitra in mano, non è sicuramente una bella accoglienza. Ad onor del vero bisogna anche dire che poi l'aria che si respirava all'interno della città era calma e tranquilla e non sembrava di trovarsi in una città poco sicura anzi, la gente continua in maniera indifferente a vivere la loro vita senza nessun fastidio per il visitatore).
Altro aspetto non trascurabile è la coesistenza in queste terre di diverse religioni (ortodossi, mussulmani, cristiani ecc.) che lottano tra loro per accaparrarsi la proprietà di questi luoghi, molto appetibili economicamente proprio perché ogni anno vedono la visita di migliaia di turisti, che sicuramente arricchiscono l'economia locale.... e il portafogli di chi lo gestisce. Questo aspetto lo trovi sopratutto sulla cura dei luoghi sacri (per mettere a posto una cosa all'interno di queste chiese devono essere tutti d'accordo per cui potete immaginare che non si arriva mai molto lontano e la cura non è eccelsa). Inoltre la loro fede (ora capiamo meglio perché molti muoio per essa) è sicuramente più forte della nostra.
Vedere famiglie comuni con i bambini, leggere il corano d'avanti al muro del pianto in un giorno non di festa fa sicuramente pensare a noi cristiani dove, all'interno delle famiglie non si dice più nemmeno un padre nostro insieme.
Ora come avrete capito io cerco di raccontarvi le mie sensazioni (anche perché la storia la conoscete in molti e non serve che la spieghi io... in fondo in fondo non ne sarei poi così capace).
Altro aspetto non trascurabile è che il turista è pur sempre un turista che alla fine porta denaro, per cui viene trattato letteralmente con i guanti bianchi e il più delle volte tutto ciò che accade in televisione e che ci hanno imparato a far conoscere di queste terre quanto ti trovi lì, ti sembra di essere quasi a casa (certo se ti comporti rispettoso delle loro regole ma questo dovrebbe essere in ogni parte del mondo). Vi dico solo che quando abbiamo detto la meta a nostri familiari i commenti non sono stati molto accondiscendenti ma noi che siamo stati lì (ovviamente con guide locali ed tour operator organizzatissimo) vi assicuro che non si sentono grosse difficoltà... anzi.
Ora vi lascio con qualche foto poi come sempre potrete andare a vedere sul mio profilo FB se ne volte vedere altre....
Vista di Gerusalemme

 
L'orto degli Ulivi

Il Muro del Pianto

L'ingresso della via dolorosa (Via Crucis)

L'ingresso del Sacro Sepolcro

Vi lascio con l'indovinello: dopo Gerusalemme dove siamo andati a finire?
?